I ladri acrobati si arrampicano fino al quinto piano, ma i proprietari rientrano: faccia a faccia da brividi

GROTTAMMARE - Ladri acrobati in azione a Grottammare. Ha dell’incredibile il colpo messo a segno sul lungomare della Repubblica, in una palazzina che si trova sul versante...
PIÙ CONVENIENTE
2 ANNI
99,98€
40€
Per 2 anni
ATTIVA SUBITO
ANNUALE
49,99€
23,99€
Per 1 anno
ATTIVA SUBITO
 
MENSILE
4,99€
1€ AL MESE
Per 3 mesi
ATTIVA SUBITO

- oppure -

Sottoscrivi l'abbonamento pagando con Google

GROTTAMMARE - Ladri acrobati in azione a Grottammare. Ha dell’incredibile il colpo messo a segno sul lungomare della Repubblica, in una palazzina che si trova sul versante occidentale della strada. Nel cuore della notte tra sabato e domenica dei ladri sono riusciti ad arrampicarsi fino al quinto piano della struttura, risalendo il tubo della grondaia che si trova sul lato della casa che non si affaccia sulla strada principale.

LEGGI ANCHE:
Si lancia dal terrazzo per la delusione d'amore: ragazza grave dopo un volo di 6 metri

Aggredisce i genitori e prova a spegnere una sigaretta in faccia al padre: operaio arrestato

La polizia del commissariato di San Benedetto è al lavoro su quanto accaduto ieri sera in un’abitazione del quartiere di San Filippo Neri. I ladri sono infatti penetrati in casa in un momento in cui l’abitazione era deserta. Quello che non sapevano era però che i residenti stavano rientrando. Così si sono trovati faccia a faccia con loro. Enorme lo spavento per i padroni di casa mentre i ladri, colti sul fatto, si sono dati a fuga precipitosa.
 
Sembrerebbe senza aver preso nulla ma su questo è al lavoro la polizia allertata dai residenti. L’appartamento si trova a ridosso della linea ferroviaria, in un punto poco illuminato. I malviventi dovrebbero aver raggiunto quel lato della struttura scavalcando la recinzione di altre abitazioni che si trovano su via Ballestra e raggiungendo così l’area condominiale. Sono entrati da una finestra ed hanno operato mentre, in una parte dell’appartamento, c’erano i residenti che dormivano. In pochi minuti hanno rubato alcuni oggetti di valore e poi se ne sono andati. Il tutto senza svegliare i padroni di casa che soltanto in al risveglio si sono accorti di quanto era accaduto. Una vicenda che ha creato paura all’interno della palazzina e nei dintorni considerato il fatto che, chi ha colpito, lo ha fatto raggiungendo un punto che si trova ad un’altezza tale da rendere questo furto quantomeno inaspettato. La raccomandazione delle forze dell’ordine resta ad ogni modo quella di chiudere le tapparelle o le finestre sempre e comunque quando in casa non c’è nessuno o quando si sta dormendo, anche se si abita in un appartamento che si trova ai piani alti. Quello che è accaduto a Grottammare dimostra che si tratta di consigli che vanno assolutamente seguiti per evitare brutte sorprese e pericoli. Torna insomma l’incubo dei ladri in Riviera. Quello che è accaduto a Grottammare è arrivato a poche ore di distanza da un’altra simile situazione sulla quale è al lavoro la polizia del commissariato. 
Le indagini
Gli agenti stanno infatti ricostruendo quanto accaduto nella serata di sabato in un’abitazione del quartiere di San Filippo Neri. Dei ladri sono infatti penetrati in casa in un momento in cui l’abitazione era deserta. Quello che non sapevano era però che i residenti stavano rientrando. Così si sono trovati faccia a faccia con loro. Enorme lo spavento per i padroni di casa mentre i ladri, colti sul fatto, si sono dati a fuga precipitosa. I malviventi non hanno rubato nulla fuggendo via a mani vuote. Per il momento sono riusciti a far perdere le proprie tracce dileguandosi.

Leggi l'articolo completo
su Corriere Adriatico
Perde il controllo della moto e cade durante la gita con gli amici: muore a 25 anni
Marche, pass per il giallo ma l’Rt sale a 0.94. Preoccupa l’incidenza di positivi a Pesaro Urbino: 140 contro i 61 di Ancona
Liverani, direttore prevenzione Area Vasta 1: «Il caso contagi a Pesaro Urbino? Non solo effetto Romagna e scuola»
Vaccini Covid, le Marche aprono le prenotazioni per i 50-59enni con malattie: «E presto per l'intera fascia». Ecco da quando
Coronavirus, nelle Marche morti tre uomini nelle ultime 24 ore: il più giovane aveva 71 anni/ Il contagio nelle regioni