Fano, notti calde in via Nofli: subito
l'ordinanza e presto le telecamere

Notti calde in via Nolfi:
subito l'ordinanza
e presto le telecamere
FANO - Ha seguito attentamente la risposta del sindaco, all’interrogazione del consigliere Pd Enrico Fumante sulla situazione dell’ordine pubblico di via Nolfi Sud, una nutrita delegazione di residenti, residenti che spesso hanno fatto le spese delle provocazioni e delle intemperanze di chi, in preda ai fumi dell’alcol, si è abbandonato a schiamazzi, atti di vandalismo ed episodi di violenza in zona. Si tratta di una situazione che si protrae da tempo, anche se non sempre le turbative potevano addebitarsi alla gestione del Caffè dello sport che in loco esercita una indubbia funzione di attrazione.
La novità è che il Comune, in base alle recenti norme del decreto Minniti, ritiene i soci titolari dell’esercizio responsabili di ciò che può accadere all’esterno del loro locale. Al decreto si è richiamata l’ordinanza del sindaco, emessa lo scorso 14 luglio scorso. L’atto impone che il titolare del bar sospenda la vendita di bevande alcoliche dopo le 0.30 e comunque chiuda sotto la sua responsabilità l’esercizio dopo tale orario se nell’area circostante si verificano schiamazzi o comportamenti che disturbano la quiete pubblica. Inoltre, fino al 31 dicembre, è vietato in un perimetro di 100 metri dal bar il consumo di bevande o alimenti di qualsiasi genere dopo mezzanotte. Ciò non toglie che le forze dell’ordine siano state responsabilizzate a prestare un particolare controllo della zona. Il Comune di Fano ha già adottato un programma di installazione di telecamere, in cui via Nolfi non era rientrata, ma valutato quanto è successo e continua ad accadere in via Nolfi, il primo cittadino ha promesso di inserire nella prossima programmazione il controllo della zona
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 13 Settembre 2017, 10:28 - Ultimo aggiornamento: 13-09-2017 10:28

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO