Rigopiano, Samuel è salvo in ospedale
Resta il giallo sulla sorte dei genitori

Rigopiano, Samuel è salvo
in ospedale. Resta il giallo
sulla sorte dei genitori
ANCONA - Il piccolo Samuel, salvo, in ospedale a Pescara. Resta il giallo della sorte dei genitori: i loro nomi non sono nella lista della prefettura di Teramo tra i sopravvissuti. Così come non si sa ancora nulla degli altri dispersi tra cui quattro marchigiani. La valanga killer che ha travolto l'hotel Rigopiano nasconde ancora il bilancio definitivo di questa tragedia.

Che si è illuminata nella giornata di ieri quando sono iniziate ad arrivare dall'Abruzzo le notizie su alcune persone ancora in vita sotto il cumulo di neve e macerie. Dapprima tre, poi cinque, undici secondo le fonti. Le difficoltà di comunicazione e il pericolo in cui i soccorrtiori sono stati costretti ad operare hanno reso molto difficile avere certezze. Al punto che, nel pomeriggio, è scoppiata la rabbia dei familiari dei dispersi.

Poco dopo le 14, la conferma che Samuel, il bambino di 7 anni di Osimo, è vivo. Seguita a ruota dalla conferma, data dal sindaco di Osimo Simone Pugnaloni, che i genitori ce l'avevano fatta. La doccia fredda in serata quando i loro nomi, però, non sono apparsi nella lista diffusa dalla prefettura di Pescara. Intanto Samuel è stato trasferito all'ospedale di Pescara. Le sue condizioni sono buone. Le ricerche degli altri dispersi continuano.


SERVIZI SUL CORRIERE ADRIATICO IN EDICOLA E SULL'EDIZIONE DIGIT 

 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 21 Gennaio 2017, 05:25 - Ultimo aggiornamento: 22-01-2017 11:52

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO