Noci del Brasile, bombe proteiche: grazie
al selenio aiutano a prevenire le malattie

Noci del Brasile, bombe
proteiche: grazie al selenio
aiutano a prevenire malattie
di Eleonora Giovinazzo
ROMA - L’albero che dà loro origine si chiama Bertholletia excelsa ed è un albero amazzonico che arriva a 30-50 metri d’altezza. I suoi frutti dalla capsula legnosa nascono in Brasile, Perù e Bolivia amazzonica. Stiamo parlando delle noci del Brasile, frutti dall’alto contenuto di nutrienti e dalle numerose proprietà benefiche. L’albero delle noci del Brasile produce dei frutti grandi come delle noci di cocco che, quando arrivano a maturazione, cadono spontaneamente e possono essere raccolti. Ognuno di questi frutti contiene al suo interno le noci vere e proprie, anche loro con un guscio. 

L’assunzione delle noci del Brasile apporta all’organismo numerosi benefici, la maggior parte dei quali dovuti all’elevata presenza del selenio, potentissimo antiossidante che combatte i radicali liberi (bastano 2 noci del Brasile al giorno per fornire all’organismo una dose ottimale di selenio). 



Il selenio è una delle sostanze essenziali per il corpo che può essere usata per la prevenzione di molte malattie tra le quali: il cancro, l’arteriosclerosi, l’infarto, la cirrosi, l’artrite e l’enfisema. Le noci del Brasile sono delle vere e proprie bombe proteiche e fonte preziosa di energie. Hanno alto contenuto di vitamina E e acidi grassi polinsaturi. Scopriamole più da vicino.

Ecco perché consumarle fa bene:

1 - Sistema immunitario. Gli antiossidanti e i composti organici contenuti in questa noce, insieme al selenio, allo zinco e alla vitamina C aiutano a stimolare la produzione di globuli bianchi e neutralizzare i radicali liberi, difendendo l’organismo dalle malattie croniche e dal cancro.

2 - Cuore. L’alto contenuto di grassi insaturi sani, ovvero grassi omega 3 (acido oleico e acido palmitoleico), aiuta a bilanciare il colesterolo nel corpo e migliorare la salute del cuore e del sistema cardiovascolare, eliminando i grassi pericolosi. Aiutano a prevenire l’arteriosclerosi, gli attacchi cardiaci e gli ictus. Dato il ricco contenuto di calorie è però bene non abusarne. 

3 - Tiroide. Il selenio svolge un ruolo importante nel corretto funzionamento della ghiandola tiroidea. Garantendone un corretto funzionamento, rafforza il metabolismo. 

4 - Crescita. Le proteine, essenziali per la salute, aiutano la crescita muscolare, la crescita cellulare e la guarigione delle ferite. La vitamina C inoltre contribuisce alla riparazione di vasi sanguigni, tessuti e cellule.



5 - Pelle. Le vitamine e le sostanze nutritive le rendono indicate per proteggere la salute della pelle. Il selenio dà un colorito sano e migliora l’elasticità, contribuendo a prevenire l’invecchiamento precoce. Il selenio stimola infatti l’attività del glutatione, un potente composto antiossidanti che rimuove dalle cellule i radicali liberi (responsabili delle rughe) e protegge dal cancro della pelle. L’alto contenuto di zinco è utile per il trattamento dell’acne. 

6 - Perdita di peso. La concentrazione di fibre e l’alto contenuto di nutrienti, proteine e carboidrati complessi aiuta ad essere sazi e ad evitare spuntini malsani. L’importante è che se ne faccia un consumo moderato. 

7 - Digestione. L’alto contenuto di fibre facilita il movimento peristaltico del sistema gastrointestinale. Questo aiuta a prevenire ulcere gastriche, costipazione, gonfiore, crampi e cancro del colon. 
 

8 - Assorbimento dei nutrienti. Gli alti livelli di magnesio e zinco stimolano l’assorbimento di nutrienti nel sistema digestivo. 

Due consigli: 

1 - Per togliere il guscio alle noci brasiliane, metterle in forno per 15 minuti a 200 °C, oppure surgelarle. Dopo uno "shock termico", è facile schiacciarle e sgusciarle.

2 - Per ottenere benefici consumando le noci del Brasile è importante moderarne il consumo, dato che sono ricche di calorie e grassi saturi. Se avete problemi di cuore aggiungere grassi saturi potrebbe essere pericoloso. 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 17 Febbraio 2017, 17:58 - Ultimo aggiornamento: 17-02-2017 18:09

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO