Ypsilon, Lancia rispolvera l'Elefantino:
una citycar molto chic

Ypsilon, Lancia rispolvera l'Elefantino: citycar glamour
Ypsilon, Lancia rispolvera l'Elefantino: citycar glamour
di Giampiero Bottino
MILANO - Nel panorama Lancia rispunta l'Elefantino, che nelle diverse varianti Blu, Rosso e Blues fu protagonista delle vendite della Y dal 1997 al 2003, quando il simpatico pachiderma con la proboscide rivolta rigorosamente verso l'alto in segno di buon augurio portò davvero fortuna a quella generazione della city car, arrivando - con più di 320.000 unità vendute - a coprire il 45% delle vendite totali del modello.

La storia.
In realtà, questo segno distintivo affonda le sue radici in un passato ancor più lontano: fu infatti nel 1953 che Gianni Lancia, figlio del fondatore dell'azienda, lo scelse come fregio della nascente scuderia che avrebbe gestito le vetture di Chivasso impegnate nelle attività sportive. Alla stessa simbologia ci si affidò dopo circa un trentennio quando fu deciso da realizzare un'auto accessibile che consentisse ai giovani di avvicinarsi a una vettura alla moda e di tendenza.

Il colore.
Rispetto all'inizio millennio è cambiato il colore del fregio. L'elefantino è diventato fucsia, tinta alla moda che sembrerebbe indicare un orientamento verso il pubblico femminile. In realtà, il suo target è molto più vasto, e si rivolge alla clientela giovane, desiderosa di mettersi al volante di una piccola auto a 5 porte dalla personalità raffinata ed esclusiva, degna di una vera ammiraglia da città declinata in varianti particolarmente fashion grazie alla gamma dei colori esclusivi, i cui nomi esprimono spesso una spiccata «fantasia cromatica» (Beige Sabbia, Bianco Neve, Grigio Perla che si aggiungono al classico Nero Vulcano e al Purple Aurora, in attesa che a giugno arrivi il nuovo Turchese anche nell'inedita versione bicolore abbinata al Nero Vulcano), con la costante del portellone sempre nero lucido.

I dettagli.
Il fucsia, vero filo conduttore della nuova serie speciale, si ritrova un po' ovunque: nel logo Y stilizzato su poggiatesta e coprimozzo, nella fascia fluorescente dei retrovisori esterni e nelle impunture del volante in pelle e della guaina della leva del cambio. Un altro elemento caratteristico in sintonia con la filosofia della vettura è il cosiddetto Urban look, cioè in nomi della città più trendy d'Europa stampati sul montante e sulla plancia e impresso sullo schienale dei sedili.

I motori.
Dal punto di vista meccanico, la Ypsilon Elefantino le comprende tutte, sempre abbinate al cambio manuale. Ci sono il 2 cilindri a benzina 0.9 Turbo TwinAir da 85 cv, anche in versione bi-fuel a metano con 5 cv di meno, e il turbodiesel 1.3 Multijet da 95 cv, mentre alla base dell'offerta di colloca il benzina aspirato 1.2 da 69 cv proposto anche a GPL. I prezzi, identici a quelli della Ypsilon nel livello di allestimento Silver, sono compresi tra 12.700 e 16.500 euro. Nella fase di lancio è però previsto un prezzo promozionale di 10.450 euro comprensivi di clima, radio Mp3 e volante in pelle, oltre a una soluzione finanziaria su misura che include anche un anno di assicurazione Rc e, per chi ha la patente da meno di un anno, un extra bonus di 300 euro.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 2 Maggio 2013, 13:33 - Ultimo aggiornamento: 22:45

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO