Piazza Affari immobile come il resto d'Europa

Piazza Affari immobile come il resto d'Europa
(Teleborsa) - Partenza poco mossa per Piazza Affari e le altre principali Borse europee.


I giorni turbolenti di incertezza sul destino della Grecia sono ormai alle spalle, pertanto oggi gli investitori, vista l'assenza di dati macroeconomici, si concentreranno soprattutto sulla stagione delle trimestrali e sui nuovi segnali ribassisti delle commodities.

Non è esclusa qualche presa di profitto viste le recenti corse sostenute dalle positive notizie giunte dal fronte greco. L'ultima riguarda l'integrale rimorso degli arretrati dovuti ad Atene al Fondo Monetario Internazionale. 
Da rilevare che domani il Parlamento ellenico sarà chiamato ad approvare un nuovo round di misure mentre il Premier Tsipras è alle prese con la spaccatura in seno a Syriza e con un quasi certo rimpasto al Governo.

Sul valutario l'Euro / Dollaro USA è sostanzialmente stabile a 1,083 mentre tra le commodities l'Oro recupera qualche posizione dopo il sell-off della vigilia, continuando gli scambi a 1.106,9 dollari l'oncia, il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) segna un +0,48%.

Resta basso lo Spread, che si mantiene a 113 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona all'1,87%.

Tra gli indici di Eurolandia, piatte Francoforte, Londra e Parigi.

Sui livelli della vigilia anche la Borsa di Milano, con il FTSE MIB fermo a 24.031 punti. (+0,76%) e Costruzioni (+0,75%).

Tra le migliori azioni italiane più capitalizzate, exploit di Salvatore Ferragamo e Buzzi Unicem.

Buoni spunti su Intesa Sanpaolo e UBI Banca in un comparto che guarda alle possibili aggregazioni in vista della riforma delle popolari. 

Le peggiori performance, invece, si registrano su Autogrill, che comunque limita la discesa entro il punto percentuale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 21 Luglio 2015, 09:20 - Ultimo aggiornamento: 21-07-2015 09:20

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO