Il Lido dei Pini sogna l'Eccellenza con l'allenatore-manager Aldo Panicci

Il Lido dei Pini sogna l'Eccellenza con l'allenatore-manager Aldo Panicci
Il Lido dei Pini continua a sorprendere. La squadra di mister Aldo Panicci ha staccato il pass per le semifinali play off di Promozione che si giocheranno (in campo neutro) il prossimo 31 maggio. Decisivo il successo al Perrone di Formia (tra l’altro nell’ultima gara ufficiale giocata nello storico impianto pontino) per 1-0, grazie alla rete del solito Cristofari su calcio di rigore nei minuti iniziali del secondo tempo. «E’ stata una gara molto combattuta e tosta come ci aspettavamo – commenta Panicci -, mentre forse il Formia non pensava di trovare un avversario così duro o più in generale non immaginava di trovarci ai play off. Il nostro obiettivo stagionale era quello di conquistare la salvezza, ora siamo in semifinale di play off: basterebbe questo per far capire cosa stiamo facendo». Il tecnico puntualizza anche la posizione del Lido dei Pini relativamente al drammatico episodio che ha condizionato lo svolgimento del match di Formia. «Prima dell’inizio della partita il Formia ci ha fatto sapere che un loro tesserato (Andrea Scipione, ndr) aveva subito un grave incidente motociclistico proprio mentre si stava recando al campo. Ci siamo messi totalmente a disposizione della società pontina e della terna arbitrale: avremmo accettato qualsiasi decisione si fosse presa. La Federazione e il Formia hanno voluto giocare il match e noi abbiamo onorato la gara» dice Panicci che ora guarda avanti, al 31 maggio. «Affronteremo la Boreale che è un’altra corazzata del campionato di Promozione. Sulla carta partiremo sfavoriti, ma poi ciò che conta è il giudizio del campo. A questo punto il Lido dei Pini è davvero capace di tutto visto che gioca senza pressioni, ma con la grande voglia di continuare a sorprendere». L’ex tecnico (tra le altre) del Nettuno in Eccellenza è ormai da cinque anni un punto di riferimento per la società tirrenica. «Dopo l’esperienza al Nettuno, ho deciso di dare la priorità alla famiglia e il calcio è passato in secondo piano – spiega l’allenatore – Quando mi ha chiamato il presidente Diego Montioni, il Lido dei Pini era in Prima categoria. In due anni siamo riusciti a centrare la Promozione e poi successivamente abbiamo giocato una semifinale di Coppa Italia che perdemmo ai rigori e che forse ci avrebbe regalato lo storico salto in Eccellenza. Io sto molto bene qui, il presidente mi ha lasciato il compito di allenatore-manager nel senso che mi ha dato ampio margine anche sul mercato. Ora proveremo fino in fondo a centrare un traguardo davvero impensabile all’inizio».
Tiziano Pompili

Lunedì 18 Maggio 2015, 11:15 - Ultimo aggiornamento: 18-05-2015 12:30

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO