Fermo, i migranti faranno i volontari
all’ospedale, accordo in Prefettura

I migranti faranno
i volontari all’ospedale
Accordo in Prefettura

FERMO Potranno prestare servizi di assistenza ai malati, e altre attività volontarie nell’ospedale Murri di Fermo i migranti richiedenti protezione internazionale che seguiranno un corso di formazione presso l’Area vasta 4 fermana dell’Asur.
Lo prevede un protocollo di intesa firmato in Prefettura a Fermo dal direttore dell’Area vasta Licio Livini e dal presidente del Gus, Gruppo Umana Solidarietà Paolo Bernabucci, alla presenza del prefetto Mara Di Lullo. Le attività che saranno svolte dai migranti non presuppongono necessariamente una specializzazione in campo sanitario, ma terranno conto delle «attitudini, professionalità e intenzioni del cittadino straniero, e verranno comunque supervisionate da un tutor dell’amministrazione sanitaria», come si legge in una nota diffusa ieri mattina dalla Prefettura dopo l’incontro con le parti. Un ulteriore passo avanti, è stato detto, verso l’integrazione dei migrati presenti sul territorio. A Fermo i migranti sono ospiti, fra l’altro, del Seminario arcivescovile e sia in città che in altri centri della provincia, come Porto Sant’Elpidio, hanno iniziato a effettuare alcuni lavori come la cura e la sistemazione del verde pubblico. Durante le recenti nevicate hanno collaborato per la pulizia delle strade.
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 17 Febbraio 2017, 06:25 - Ultimo aggiornamento: 17-02-2017 06:25

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO