Riscossione, arriva la nuova cartella
di pagamento: ecco com'è

Riscossione, arriva
la nuova cartella
di pagamento: ecco com'è
Dopo il cambio di insegne che ha accompagnato dal primo luglio il passaggio da Equitalia al nuovo ente Entrate-Riscossione, l'Agenzia delle Entrate ha messo a punto la nuova cartella di pagamento caratterizzata da più chiarezza e maggiore facilità di lettura. Obiettivo rappresentare in modo più immediato gli importi dovuti, attraverso una nuova impostazione grafica e l’utilizzo di colori per individuare gli enti creditori.

La prima pagina riporta in apertura l’elenco degli enti creditori e contiene una sintetica spiegazione della causale che ha originato l’iscrizione a ruolo (ad esempio, controllo Modello Unico, infrazioni codice della strada).Inoltre, un prospetto riepiloga le somme dovute, suddividendole tra quelle che spettano all’ente creditore e quelle di competenza dell’agente della riscossione. Un colore diverso identifica ciascun ente creditore e consente così di distinguere con immediatezza la provenienza del debito (ad esempio, arancione per le iscrizioni a ruolo delle agenzie fiscali; verde per le iscrizioni a ruolo di Comuni, Regioni). 

Una sezione denominata “Informazioni dall’Agente della riscossione” fornisce tutte le indicazioni utili per pagare le somme, rateizzare, richiedere la sospensione della cartella o presentare ricorso; sono inoltre presenti i contatti a cui il contribuente può rivolgersi per ulteriori chiarimenti. La novità scatta subito: la cartella di pagamento sarà obbligatoria per richiedere ai contribuenti i pagamenti dovuti per i ruoli consegnati agli agenti della riscossione a partire dal 1° luglio 2017. 

CLICCA QUI PER SCARICARE IL PDF
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 15 Luglio 2017, 15:09 - Ultimo aggiornamento: 15-07-2017 15:40

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO