Quattro omicidi in 72 ore negli Usa
poi il serial killer 20enne confessa

Quattro omicidi in 72 ore
negli Usa poi il serial killer
ventenne confessa
WASHINGTON - Dalla Pennsylvania arriva una storia agghiacciante. Un ragazzo di vent'anni, Cosmo Dinardo, in cura per problemi psichici, è stato arrestato per quattro omicidi in 72 ore. Le vittime avevano tutte tra i 19 e i 22 anni.  I giorni che sono trascorsi dal primo assassino alla confessione sono stati di terrore a  Newtown Township, un piccolo paesino agricolo dello Stato.

Nel pomeriggio del 5 luglio Jimi Patrick, uno studente universitario di 19 anni che vive con i nonni, incontra Dinardo per concludere un affare. Patrick, secondo la ricostruzione degli investigatori, avrebbe dovuto acquistare da Cosmo della marjuana: ma aveva solo 800 dollari e Dinardo gli propone un fucile in cambio.
Cosmo a quel punto preme il grilletto e uccide il diciannovenne a bruciapelo, senza una particolare ragione. Il cadavere viene poi seppellito dentro una buca, mentre i genitori cercano Jimi. 


Dean Finocchiaro, anche lui 19 anni, è la seconda vittima. Dinardo coinvolge anche il cugino consegnandogli la pistola Smith & Wesson 357 di sua madre e poi vanno a casa della vittima, lo fanno salire in auto, tornano alla fattoria e lo uccidono alle spalle. Il cadavere viene gettato in un contenitore che contiene mangime per i maiali. Infine, vengono uccisi anche Thomas Meo, 21 anni, e il suo amico, Mark Sturgis, 22 anni, che vive nella vicina Pennsburg. Tutti volevano acquistare un piccolo quantitativo di marijuana. Qualcuno sopravvissuto ai colpi d'arma da fuoco finisce schiacchiato con l'auto. 
Dopo la fuga la confessione. 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lunedì 17 Luglio 2017, 19:08 - Ultimo aggiornamento: 17-07-2017 19:11

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO