Barricato da due giorni in diretta
Facebook: paura e delirio a Torino

Barricato da due giorni
in diretta Facebook:
paura e delirio a Torino
TORINO - Secondo giorno di paura, alla periferia nord di Torino, dove Ferdinando Urzini, commerciante calabrese, è barricato in casa. Dopo qualche ora di apparente calma, l'uomo, 52 anni, ha ripreso a lanciare oggetti, arredamenti e elettrodomestici dal balcone del suo alloggio, al quinto piano di un palazzo in via Borgaro.

La protesta in diretta Facebook, migliaia di visualizzazioni, ha ripreso un oggetto appoggiato sul letto che sembrerebbe una pistola. L'uomo minaccia di sparare, a se stesso e agli altri. I carabinieri hanno continuato la trattativa per farlo ragionare, mentre i vigili del fuoco hanno posizionato il materasso gonfiabile in caso l'uomo, che si è più volta arrampicato sul balcone, decidesse di buttarsi di sotto.

La strada resta bloccata e l'area è delimitata. L'uomo urla frasi sconnesse contro la mafia e ipotetici persecutori. Con lui hanno provato a parlare anche alcuni familiari, senza però riuscire a farlo ragionare. Sembra ci sia stato anche un tentativo dei sanitari di 118 di intervenire con un tso. Tutto inutile. L'assedio continua.
 
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 19 Maggio 2017, 09:38 - Ultimo aggiornamento: 19-05-2017 09:42

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO