Cornetti e sesso per i clienti doc. Sigilli
a un bar a luci rosse nel Reggiano

Cornetti e sesso
per i clienti doc. Sigilli
a un bar  a luci rosse
Un locale a luci rosse è stato sequestrato dai carabinieri, mentre a carico della titolare, accusata di favoreggiamento della prostituzione, è stato emesso un divieto di dimora nel comune di Castelnovo Monti, nel Reggiano. La proprietaria incrementava gli affari del bar promuovendo incontri tra i clienti e alcune donne, per prestazioni sessuali a pagamento.

Nel corso di una perquisizione, pur non essendo emerso che l'attività si svolgesse nel bar, è stata trovata al piano interrato una taverna con tre letti, dove i militari hanno sequestrato appunti manoscritti con somme di denaro associate a nomi di clienti e donne emerse nell'indagine. La barista, una 50enne di Toano, è indagata anche per tentata estorsione perché dopo aver convinto un cliente a darle soldi per alcune spese, promettendogli che avrebbe interceduto per una relazione con una dipendente, prima lo ha minacciato di fargli rompere le gambe e poi gli ha preso la carta d'identità intimandogli di consegnare oltre 2000 euro.

 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 11 Agosto 2017, 13:01 - Ultimo aggiornamento: 11-08-2017 14:56

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO