Arquata, intossicazione per 20 operai
Lavorano alla ricostruzione post sisma

Intossicazione alimentare
per venti operai al lavoro
per ricostruzione post sisma
ARQUATA - Venti persone tra gli operai che si trovano ad Arquata per costruire le casette prefabbricate per i terremotati, hanno dovuto far ricorso alle cure dei medici a causa probabilmente di una intossicazione alimentare. Subito aver consumato la cena, alcune persone hanno cominciato ad accusare dei malori. A quel punto si sono recate all’ospedale di Ascoli dove dalle prime analisi sembrerebbe che la causa sarebbe da ricondurre al batterio dello staffilococco. Immediatamente è scattato l’allarme è gli ispettori dell’Asur si sono recati ad Arquata per effettuare alcuni prelievi, a cominciare sui pasti che poco prima erano stati distribuiti alla mensa adibita a Pescara del Tronto. Sul posto per i rilievi di rito anche i carabinieri. Gli operai sono tutti in ospedale dove vengono sottoposti ad una serie di accertamenti.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Domenica 16 Luglio 2017, 00:25 - Ultimo aggiornamento: 16-07-2017 17:46

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO