Paura a Mentana, spari in strada
Lite tra due amici, poi i colpi: un ferito

ROMA - Una banale lite tra amici stava per trasformarsi in tragedia a Mentana, in provincia di Roma. Questa mattina, poco prima delle 8,30, un uomo di 49 anni ha sparato tre colpi di pistola contro un suo amico, ferendolo lievemente a una mano su via Nomentana all'altezza di via Federico Zeri. Sono intervenuti i vigili urbani di Mentana e i carabinieri della locale stazione, coadiuvati dai colleghi di Monterotondo che stanno effettuando i sopralluoghi. L'arma è stata sequestrata mentre l'uomo è stato arrestato e condotto nella caserma dei carabinieri.

Spavento tra le mamme che stavano portando i propri figli a scuola. La lite è avvenuta in una strada molto frequentata e sono diverse le mamme che hanno sentito l'esplosione dei colpi (la testimonianza di una lettrice del Messaggero.it)

Alcuni testimoni raccontano di aver visto un uomo con lividi e graffi, il volto bianco e la mano sanguinante.

FOTO

Reazioni politiche. «Qualcosa non ci torna. Non sentiamo urla di indignazione, accuse alla gestione della sicurezza, colpevolizzazioni aprioristiche dei responsabili politici locali, dopo i fatti di sangue a Mentana - dice Giorgio Ciardi, delegato alla Sicurezza di Roma Capitale - Dove sono i Miccoli di turno che, quando si tratta di episodi che avvengono sul territorio romano, scatenano la loro demagogia contro la Chicago degli anni Trenta e altre favolette simili?». Ciardi parla di «silenzio imbarazzato che cala sui fatti di oggi nel territorio della Provincia».

Mercoledì 19 Settembre 2012

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO