Senigallia, baraccopoli sul fiume
scatta il blitz di polizia e vigili urbani

Baraccopoli in riva al fiume
Scatta il blitz tra gli abusivi
di polizia e vigili urbani
SENIGALLIA - Blitz della polizia nella baraccopoli allestita sull’argine del fiume Cesano. Ieri mattina gli agenti del Commissariato hanno raggiunto strada della Bruciata dove si affaccia l’accampamento abusivo. Fino a poco tempo fa c’era solo una roulotte dove vive un pastore di origini sarde. Ora invece si è ben organizzato con diverse baracche in lamiera, ricoperte da tendaggi. Un recinto per le pecore e un altro per le galline. Svariate bombole di Gpl dislocate nel terreno. Ieri mattina non c’era nessuno. L’uomo aveva probabilmente portato il gregge a pascolare. Gli agenti, attrezzati con guanti e pile, per farsi largo nelle baracche buie e dalle scarse condizioni igieniche, hanno controllato scrupolosamente tutto. Hanno voluto verificare la presenza di extracomunitari clandestini, segnalati da alcuni cittadini che li hanno visti dirigersi verso le baracche. Stando alle segnalazioni si tratterebbe degli stessi che si prostituiscono nel vicino canneto. Ieri mattina però il villaggio abusivo allestito sul fiume era completamente deserto.
Ciò ha permesso comunque agli agenti di controllare bene. Nonostante le condizioni precarie da una delle due roulotte spuntava anche un’antenna per guardare la televisione. Pur vivendo in uno stato primitivo l’uomo sembra quindi essersi dotato anche di alcuni apparecchi tecnologici.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 14 Settembre 2017, 05:55 - Ultimo aggiornamento: 14-09-2017 05:55

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO