Malore in bici, muore dopo 28 giorni
di agonia: Raffaele aveva 50 anni

Raffaele, malore in bicicletta
muore in ospedale
dopo 28 giorni di agonia
JESI - Raffaele non ce l’ha fatta, si è spento dopo 28 giorni di agonia. E oggi la città piange un amico. Raffaele Barchiesi avrebbe compiuto 50 anni a giugno. Era stimato, amato e ben voluto da tutti, figlio di una grande comunità con cui interagiva quotidianamente con semplicità, generosità e simpatia. Non si è più svegliato dal coma in cui versava dal primo aprile, quando ha avuto un infarto mentre era in sella alla bicicletta. Dipendente da oltre venticinque anni dell’Elica di Mergo, addetto al controllo qualità, stava pedalando nei pressi della Coppetella, come d’abitudine. All’incrocio con il parco Primo Maggio ha avuto un malore improvviso. È caduto dalla bici, battendo la testa sull’asfalto. Trasportato in eliambulanza all’ospedale regionale di Torrette, era già in coma. E da quel sonno profondo non ha più riaperto gli occhi. Il cuore s’è fermato venerdì in ospedale.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Domenica 30 Aprile 2017, 05:20 - Ultimo aggiornamento: 30-04-2017 10:20

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO