Ammanco nelle casse dell’Università
Impiegato dovrà risarcire 6mila euro

Ammanco nelle casse
dell’Università: impiegato
dovrà risarcire 6mila euro
ANCONA - Quando ha denunciato un ammanco di circa 20 mila euro relativo alle casse di uno dei dipartimenti universitari non poteva sapere cosa la stava aspettando. Di certo, una funzionaria dell’Univpm accortasi di alcune irregolarità fiscali, non pensava che sarebbe finita sotto inchiesta contabile e che contro di lei sarebbe stato aperto un procedimento disciplinare. Eppure, per due anni, ha dovuto vedersela con un’indagine parallela portata avanti sia dall’università che dalla Guardia di Finanza. Gli accertamenti hanno portato la donna, che ha piena responsabilità del fondo cassa di un dipartimento didattico, ad affrontare un procedimento alla Corte dei Conti. A dividere le accuse con lei, un suo sottoposto, anche lui dipendente della Politecnica. Secondo le contestazioni, per tutto il corso del 2012 e del 2013 avrebbero gestito in maniera illecita i fondi pubblici destinati all’attività universitaria.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 2 Dicembre 2016, 07:25 - Ultimo aggiornamento: 02-12-2016 07:25

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO