Uccise padre e madre della fidanzata
Il pm chiede venti anni di carcere

Uccise padre e madre
della fidanzata: il pm chiede
venti anni di carcere
ANCONA - Venti anni di carcere per il duplice omicidio premeditato di Fabio Giacconi e Roberta Pierini, genitori dell'ex fidanzata minorenne. È la richiesta di condanna avanzata oggi dal pm Paolo Gubinelli al gup di Ancona Paola Moscaroli per Antonio Tagliata, 19 anni, che il 7 novembre 2015 uccise le vittime in casa loro con una pistola.

L'istanza di pena della Procura, che sia o meno riconosciuta la seminfermità rilevata dal perito, ha valutato l'equivalenza delle attenuanti (imputato giovane che si era costituito ai carabinieri e aveva fatto ritrovare l'arma) con la premeditazione e rapporto di discendenza delle vittime con la 17enne già condannata a 18 anni di carcere per complicità. Nel pomeriggio le arringhe della difesa, l'avv. Manfredo Fiormonti per Tagliata, e dell'avv. Marco Pacchiarotti, legale di parte civile per la sorella e il fratello della Pierini e per il padre e la sorella di Giacconi. Poi il giudice potrebbe emettere la sentenza o rinviare per repliche.


  Tagliata, detenuto nel carcere di Castrogno (Teramo) è stato accompagnato in aula dalla polizia penitenziaria. Indossa una giacca montgomery grigia, jeans scuri e scarpe da tennis basse grigie. Si è presentato con capelli rasati ai lati e acconciati sopra con il gel. Prima di entrare è stato avvicinato per pochi istanti dalla madre sul ballatoio che lo ha salutato: «ciao amore», gli ha detto la donna prima di scoppiare in lacrime.

La figlia delle vittime era stata condannata dal gup dei minorenni di Ancona Francesca Giaquinto per concorso nel duplice delitto: avrebbe avuto un ruolo nella determinazione di Antonio, incitandolo anche a sparare a genitori, che non vedevano di buon occhio il loro rapporto dopo aver saputo dei problemi pregressi con la giustizia del padre di lui, durante la furiosa lite scoppiata con le vittime. La giovane, detenuta nell'istituto di pena minorile di Nisida, difesa dall'avv. Paolo Sfrappini, ha sostenuto di essere estranea all'azione omicida di Antonio e che l'incontro con i genitori doveva servire a un chiarimento.

---------------    ---------------------------                 ------------------------

  Slitta al 22 dicembre prossimo la sentenza nei confronti di Antonio Tagliata, di 19 anni, autore del duplice omicidio dei genitori dell'ex fidanzata minorenne, Fabio Giacconi e Roberta Pierini, commesso ad Ancona il 7 novembre 2015. A quella data il gup di Ancona Paola Moscaroli ha rinviato per la decisione dopo la requisitoria del pm Paolo Gubinelli e le arringhe del difensore di Tagliata, avv. Manfredo Fiormonti, e dell'avv. Marco Pacchiarotti, legale di parte civile. La Procura, che ha contestato i risultati della perizia che riconosce la seminfermità di mente, ha chiesto 20 anni di carcere ritenendo equivalenti le aggravanti della premeditazione e del rapporto di discendenza delle vittime con l'ex fidanzata dell'imputato e le attenuanti (giovane età di Antonio che si era costituito e aveva fatto ritrovare l'arma). La pena si ottiene inoltre scontando di un terzo la pena per il rito abbreviato.

La 17enne ex fidanzata di Tagliata era stata già condannata a 18 anni di carcere dal Tribunale dei minorenni per complicità. L'avv. Fiormonti ha chiesto l'applicazione del minimo della pena. Secondo la difesa, non dovrebbe essere riconosciuta la premeditazione e invece il gup dovrebbe tenere conto della seminfermità di mente riscontrata dal perito Vittorio Melega. Antonio era presente in aula, scortato dalla polizia penitenziaria. Alla fine dell'udienza, ha abbracciato per qualche secondo la madre che l'ha atteso fuori sul ballatoio del Tribunale per tutta la durata dell'udienza. L'avv. Pacchiarotti, infine, ha sollecitato la condanna di giustizia e ribadito le richieste di complessivi 900 mila euro di danni: 300 mila euro per il padre di Giacconi, 200 mila euro ciascuno per sua sorella e per il fratello e sorella della Pierini che si sono costituiti parti civili.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 1 Dicembre 2016, 15:32 - Ultimo aggiornamento: 02-12-2016 08:33

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO